Come ottenere la patente internazionale al minor prezzo possibile: la guida definitiva in 5 semplici passi.

Se sei arrivato fin qui, presumo tu stia per partire per un viaggio e che ti sarebbe utile poter guidare i mezzi che la tua fantastica meta ti metterà a disposizione, oppure che tu abbia già progettato di fare il tuo viaggio tutto on the Road.

Se stai leggendo questa guida presumo anche che le prime fasi di ricerca di informazioni tra i tuoi conoscenti ed amici ti abbiano indirizzato verso un’agenzia che però vuole un sacco pieno dei tuoi soldi tintinnanti e tu sia abbastanza povero e intraprendente da rispondere “NO, GRZ CIA'”

Probabilmente ti avranno anche visto come l’ennesimo pollo che chissà cosa vuole fare in giro per il mondo ma tu così pollo poi non lo sei perché sai bene che:

  • Il potere d’acquisto dei tuoi soldi potrebbe essere molto maggiore nel paese dove stai per andare e quindi ti servono!
  • Il potere d’acquisto dei tuoi soldi potrebbe essere minore nel paese dove stai per andare e quindi ti servono ancora di più!

Ci ho azzeccato? O ci sono arrivato anche solo vicino?

Bene! Lascia che mi trasformi nel Salvatore Aranzulla* delle pubbliche amministrazioni (solo per oggi, giuro!) e prenditi qualche minuto per leggerti questa guida in cui sto per spiegarti alcune semplici mosse che ti aiuteranno ad ottenere il permesso di guida internazionale o la patente internazionale senza intermediari e quindi al minor prezzo possibile.

Ottenere la patente internazionale non è difficile, non è un processo burocratico infinito e complicatissimo, davvero! Certo dovrai spendere qualche energia in più rispetto al semplice ordinarla presso un’agenzia, ma i passi da seguire sono pochi e semplici:

Indice

Non farti prendere dal panico… se ti spaventa una lista di 5 punti (che però è una guida definitiva, ricordo) cosa farai quando sarai nel bel mezzo del Mato Grosso senza batteria sul telefono e senza benzina dentro quell’amabile catorcio che ti hanno dato?
E se magari dovessi chiedere a persone che non parlano la lingua?
Ma non farmi divagare! Vediamo come prendere questa sudatissima Patente Internazionale.

1. SCOPRI QUALE PATENTE TI SERVE

I paesi del mondo si dividono in 3 grandi categorie:

  1. Nazioni dove è sufficiente la tua magnifica patente italiana (in quanto stato membro dell’Unione Europea oppure stato extra-europeo che la riconosce come valida così com’è),
  2. Nazioni che aderiscono alla Convenzione di Vienna del 1968 (durata di 3 anni o fino alla scadenza della patente italiana).
  3. Nazioni che aderiscono alla Convenzione di Ginevra del 1949 (durata di 1 anno o fino alla scadenza della patente italiana).

Sì, infatti la patente internazionale non è una sola e se devi orientarti su quale delle due ti serva, il modo più veloce è consultare il sito viaggiaresicuri.it . Nella Home Page di Viaggiare Sicuri, troverai il pulsante “CERCA PAESE” e, dopo aver cliccato, dovrai scegliere la bandiera (ma non preoccuparti c’è anche il nome corrispondente).

Credo davvero che questo sia un sito utilissimo per chi deve andare in viaggio, permette di avere in un batter d’occhio informazioni molto utili sui documenti necessari per accedere al paese, come contiene informazioni sanitarie e sulla sicurezza… insomma è uno strumento che ti consiglio vivamente di usare!

Dopo aver scelto la tua destinazione cliccando sulla bandiera dalla pagina CERCA PAESE, si aprirà una ulteriore serie di pulsanti…

La pagina che si aprirà una volta che avrai scelto la Nazione che ti interessa, presenterà una cartina ed una serie di vari pulsanti dove per ultima troverai la voce MOBILITA’, cliccaci pure (ci troverai le informazioni per quanto riguarda Cuba, ci sei mai stato? Te la consiglio vivamente).

A questo punto, la prima informazione che risulterà è proprio quale modello di patente internazionale richiede il paese.

Ah, ma guarda! A Cuba è sufficiente la patente italiana! Proviamo a vedere la Thailandia, dove peraltro guidano a sinistra e le strade sono maledettamente trafficate ma nessuno suona mai il clacson?

Proprio scrivendo questo articolo sulla Patente Internazionale, mi è venuto in mente un ulteriore suggerimento: NON FARTI TERRORIZZARE DA VIAGGIARESICURI.IT! Sarà anche un ottimo strumento ma non devi mai usarlo contro te stesso… Anche un martello è un ottimo strumento ma può colpirti il pollice, stai attento a come lo usi!

2. PAGA LE TASSE NECESSARIE AD OTTENERE LA PATENTE INTERNAZIONALE

Sì, sfortunatamente è arrivato il momento di parlare di tasse. Non è un argomento che mi entusiasmi molto ma è necessario trattarlo per arrivare a mettere le mani sulla Patente Internazionale sia che si parli di Modello Vienna, sia che si parli di Modello Ginevra.

Quello che ti occorrerà pagare e che puoi verificare sul sito del Ministero Italiano dei Trasporti, il quale sicuramente sarà sempre aggiornato, sono:

  • una marca da bollo da € 16,00
  • un versamento di € 16,00 sul c/c 4028
  • un versamento di € 10,20 sul c/c 9001

Fanno in tutto € 42,20.

Troverai i bollettini precompilati necessari a questi pagamenti direttamente alle Poste, dopo che magari avrai fatto un po’ di coda… Chiedili alla persona con cui parlerai una volta che toccherà a te!

Ok, questa è la parte maggiore dei costi che dovrai sostenere per ottenere la Patente Internazionale. Altri costi che potresti dover sostenere sono le fototessere e la fotocopia della tua patente in corso di validità.

3. PROCURATI 2 FOTOTESSERE

No, non scriverò un articolo su come farsi le fototessere in casa e da soli… Non lo farò! MAI**.

Ai tempi le ho fatte spendendo 5 €… In tutto quindi siamo a € 47.20! Diciamo € 47 invece di € 49.99 così siamo sicuri che non arriverò mai in prima pagina di Google.

Attenzione all’argomento fototessere però: sul sito del MIT, in merito alle fototessere c’è anche scritto che una delle 2 deve essere autenticata.

Non preoccuparti, te la autenticherà l’addetto della motorizzazione quando presenterai la domanda al punto 4. Se invece vuoi presentarti con una fototessera già autenticata dovrai recarti presso il Comune ma a mio modestissimo parere è un inutile aggravio del procedimento***.

4. PRESENTA LA DOMANDA IN MOTORIZZAZIONE

Siamo arrivati al punto per cui le Agenzie di pratiche auto ti chiederanno di pagare un sovrapprezzo: la presentazione della domanda, la perdita di tempo per antonomasia, l’odio generalizzato e ingiustificato per ogni singolo dipendente pubblico.

Togliamoci tutto questo schifo dalla testa e entriamo in ufficio della motorizzazione. In questo caso io non sono un vero e proprio esperto. Gli uffici potrebbero essere strutturati diversamente l’uno dall’altro e non avere lo stesso layout che troverai negli uffici postali di tutta Italia (su cui peraltro ho un trick per te ed il tuo tempo).

In genere però ogni volta che nella vita occorrerà ottenere un documento occorrerà anche aspettare il proprio turno, quindi cerca il biglietto giusto o l’opzione giusta del totem o l’usciere che ti aiuti giusto o non so cos’altro ma trova il modo di metterti nella fila “PATENTI”.

Una volta arrivato di fronte all’impiegato spiegagli cosa ti serve e presentagli quello che hai fatto finora… Lasciami riepilogare e cerchiamo di non dimenticarci niente:

  • Domanda su modello TT746 (compila la sezione “altre richieste”).
  • Copia della tua patente di guida in corso di validità
  • Le 2 fototessere
  • La marca da bollo da €  16,00
  • Attestazione del versamento di €  16,00 sul c/c 4028
  • Attestazione del versamento di €  10,20 sul c/c 9001

Un attimo, cos’è sta domanda TT746 di cui non avevo parlato prima? Niente panico! Si tratta di un modulo che ti rilasciano direttamente allo sportello oppure che trovi qui.

Ai tempi in cui l’ho richiesta, prima di presentarmi in ufficio avevo chiesto informazioni via mail**** ed il gentilissimo operatore della Motorizzazione di Rovigo che mi ha risposto, mi ha anche allegato dei moduli che mi sarebbero serviti… E io pensavo di linkarli ma ho già linkato il modulo TT746 e non voglio creare confusione!

Un avviso ai naviganti: I TEMPI! La Pubblica Amministrazione Italiana ha una regola generale per la quale ad ogni richiesta deve essere data risposta entro 30 giorni.

In questo caso tu sarai la persona interessata ad ottenere la Patente Internazionale attraverso la richiesta che hai presentato e quei 30 giorni saranno il tempo massimo in cui dovranno rilasciartela, tutto il tempo in meno che ci metteranno sarà guadagnato per te e una virtù dell’Ufficio, però evita di arrivare all’ultimo secondo per richiedere un documento così importante per un viaggio On the road… Fatti stupire in positivo!

5. CORRI A PRENDERE LA TUA PATENTE INTERNAZIONALE!

L’impiegato che riceve la domanda ti darà un’idea della data in cui il documento dovrebbe essere pronto. Se non te lo dice spontaneamente, prova a chiederla, altrimenti ricordati quei 30 giorni famosi.

Quello che posso consigliarti è di lasciare 2-3 giorni di tempo in più rispetto alla data che ti ha detto l’operatore oppure di chiamare per chiedere se il documento è ponto prima di recarti personalmente presso gli uffici.

Una volta che avrai la tua patente internazionale in mano, avrai la possibilità di guidare nel paese dove vuoi andare in viaggio ma soprattutto avrai speso circa 47 Euro per ottenere quello che vuoi e, credimi, al momento non c’è prezzo migliore.

E per dimostrare che sono veramente esperto***** in questo campo, ecco la prova che ho ottenuto la mia Patente Internazionale applicando la mia stessa guida definitiva:

Spero di esserti stato utile con questa Guida Definitiva per ottenere la Patente Internazionale in 5 semplici passi! Nel caso ti sia piaciuto l’articolo, lasciami like, cuoricini, commenti e tutto quello che puoi darmi online…

Commenta pure o contattami nel caso in cui ci siano delle imprecisioni… Aggiornerò la guida il prima possibile anche se l’ho dichiarata definitiva!

Ora, come di consueto, lascia che mi spieghi meglio con alcune note a piè di pagina contrassegnate da un numero variabile di asterischi non sempre dispari:

NOTE IGNORANTI A PIE’ DI PAGINA

* ma cosa diavolo dico!? È come se mi stessi paragonando a Dio… Non farci caso, devo restare umile di fronte al Maestro.
** l’ultima cosa che serve a questo mondo è una miriade di documenti con selfie fatti davanti a un muro bianco con la faccia deformata dal grandangolo della fotocamera frontale dello smartphone demmerda, spendi quei 5 Euro e fatti delle fototessere normali.
*** sostanzialmente una inutile perdita di tempo
**** nota di merito a questo signore il quale, in pieno Giugno, ha ricevuto una mail alle 22.31 mentre ero di fornte ad una freschissima birra presso il mio bar preferito di Rosolina Mare ed ha risposto alle 9.07 del giorno dopo.
***** o equivalente.

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...