The Grand Tour: 7 motivi per cui dovresti guardarlo prima di partire.

Nella vita ad ogni persona servono dei punti di riferimento, per alcuni possono arrivare da persone semplici come me, per altri possono arrivare dal Dio sceso in terra per aiutare noi comuni mortali a districarsi tra le più assurde difficoltà tecnologiche, l’indescrivibile Salvatore Aranzulla…
Ma se anche tu hai dei punti di riferimento più terreni, squisitamente British ed assolutamente autorevoli in fatto di ignoranza, il vero faro nella notte è Jeremy Clarckson che, come sappiamo, raramente si muove senza il cane rispondente al nome di James May ed il suo plurimiracolato* collega Richard Hammond.
Se mi dedicherai alcuni minuti del tuo inestimabile tempo online, ti elencherò quindi i migliori motivi per cui, prima di partire per un viaggio on the road, dovresti guardarti The Grand Tour e impararti quel paio di nozioni su come si fanno le cose fatte bene!

The Grand Tour: 7 motivi per cui dovresti guardarlo prima di partire.

1 Se viaggi con una Crew composta da 3 persone puoi impersonare uno dei 3 protagonisti, assumendo la veste di Leader, Capro Espiatorio della situazione oppure di vero e proprio Guru in una vasta gamma di branchie del sapere umano**…

2 Se troverai il tuo modello all’interno del programma (e se leggi questo blog e conosco bene i miei polli, qualche probabilità c’è), riparametrerai anche i tuoi canoni di bellezza dei conduttori televisivi e, conseguentemente, potrai rivalutarti al rialzo*** e sentirti pronto per affrontare il pubblico in ogni sua forma.

3 Il programma non parla solamente di meravigliose auto, non è fatto di tecnicismi e noioserie motoristiche, è una vera e propria esperienza. Uno show completo dove c’è dibattito, ingegno, sensibilità, gente che fa cose e luoghi bellissimi**** che vale la pena scoprire, proprio come hanno fatto i protagonisti: On the road.

4 Ti farai contagiare dalla tendenza a lanciare sfide strampalate e che spesso portano a disastri annunciati, solo per avere la soddisfazione di affermare “ho vinto”, senza imparare assolutamente niente da qualsiasi cosa succeda nel frattempo.

5 Sarai stimolato ad avere sempre nuovi argomenti e a sostenere discussioni pungenti come solo i Britannici sanno fare, perdendoti ad ammirare i monumenti alla disquisizione, sparsi nella bucolica cittadina percorsa dal “Viale della Chiacchierata”.

6 Imparerai che, se la prendi nel giusto modo, anche il riscaldamento globale e il maltrattamento di animali potrebbero essere maledettamente divertenti… E magari ti farai meno problemi quando dovrai cavalcare un elefante in cattività*****

7 Riuscirai a gestire qualsiasi problema ti provochi un “Terribile Disappunto”, e solo il cielo sa quanto ne avrai bisogno quando sarai a 9000 km da casa tua e inizieranno a succederti cose su una Kia Picanto da 60 CV o chissà quale altro veicolo ti riserverà la sorte*******

Note ignoranti a piè di pagina.

*Plurimiracolato, sì… [spoiler alert] in una puntata dopo aver superato il traguardo in gara si è dimenticato di frenare con un prototipo di macchina elettrica da 1200 cv, ovviamente disintegrato, proprio come la sua gamba. La co sa, nemmeno a dirlo, gli è costata una quantità di prese per il culo che nemmeno a me sono arrivate quando a 16 anni ho detto che ho visto un Martin Pescatore alle 8 di mattina andando a scuola in corriera… Alcune persone mi prendono in giro ancora oggi.
** Sì, ritengo che dietro il personaggio di James May ci sia un uomo dalle grandi doti di intelligenza e di una cultura smisurata, un vero e proprio diamante allo stato grezzo che solo chi è abile nel capire le potenzialità riesce a valorizzare… un vero e proprio cane di razza!
*** Perché in effetti, se ce l’hanno fatta a fare successo loro 3, come potrà il mondo mettersi contro di te!? Oppure potresti pensare che ce l’hanno fatta persino loro e tu sei un misero fallito e dovrai consolarti andando in viaggio.
**** o equivalente.
***** invece di farti prendere dai sensi di colpa e trascorrere mezza giornata in una Farm di recupero degli Elefanti traumatizzati dalla cattività, peraltro nutrendoli con i tronchi che virilmente hai tagliato e raccogliendo la loro merda senza mai avvicinarti abbastanza da accarezzarli (esperienza indimenticabile).
****** quando quel maledetto asterisco che c’è accanto al tipo di veicolo sul contratto di noleggio finalmente prenderà forma al momento del ritiro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...